PASQUA DI RESURREZIONE O DI CONSUMI?

….dando uno sguardo intorno a noi,cogliamo come la nostra società sta cambiando. Emerge subito la perdita di valori, la globalizzazione sta portando un decadimento della nostra cultura. La quale ha visto i nostri Padri combattere e morire per essa. Quest’anno ho notato come la Pasqua del Signore anche da parte di molti ecclesiastici, non è stata proclamata allo stato puro ed essenziale bensì con superficialità adattandosi alle mode del momento. Le settimane di quaresima che hanno preceduto la Pasqua, non hanno reso nel cuore dei tanti quella domanda – dove sto andando?-. Se ricordo solo qualche anno fa non lontano i Sacerdoti i religiosi ed i laici impegnati, parlavano alle folle di giovani in vari contesti di Cristo… senza guardare l’orologio o l’agenda. Oggi ci troviamo dinanzi a Preti manager a Religiosi che fanno da costruttori. E la Pasqua viene presentata come un giorno di riunioni famigliari di grande abbuffata.

Chiudo quest’articolo con una osservazione tutta propria. Vedete: dove entra Gesù, entra con lui la pace, ancor di più entra la gioia che è la pienezza della pace. Al contrario dove non c’è Gesù, non può esservi che agitazione,inquietudine, turbamento, rimorso.
Carissimi ricordiamoci sempre del giorno più felice della nostra vita in cui il possesso, la pienezza della nostra vita si rendeva sensibile al nostro cuore, diventando vero cibo della nostra anima. Agli Apostoli che erano riuniti nella sala di sopra disse Pace a voi! E non solo offrì le sue mani e il suo costato, si posò sulle nostre labbra, entrò nel nostro cuore, diventando vero cibo della nostra anima.
Chiediamoci perchè ora non sentiamo più quella gioia? Perchè non riusciamo più a vivere nella spensieratezza in Cristo? Riflettiamo che le oasi nel deserto devono essere rarissime: ma qualche volta ci vogliono per non venir meno alla durezza del cammino, all’ardente sferza del sole! Preghiamo il Signore risorto affinché ancora una volta prima di morire, potremmo godere di quelle consolazioni veramente celesti, goderle a costo di qualsiasi sacrificio. Potremmo considerarci fortunati.

Quindi carissimi e più tardi di quanto pensiamo, godiamo e sperimentiamo le meraviglie del Signore Risorto.

L.d.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

CONOSCENZA

RICERCARE PER CONOSCERE

MeandAlaska

"Molte meraviglie vi sono al mondo, nessuna meraviglia è pari all'uomo"

SiViaggia

Viaggiare in Italia e all'estero: Foto, Guide, Recensioni.

Quaccheri cristiani ecumenici per fare il bene

A cura del quacchero conservative Maurizio Benazzi

fiorievecchiepezze

piante, animali e riutilizzo per lasciare una impronta piccola nell'ambiente

L'altra Israele

Viaggiare, appassionarsi, divertirsi

tramineraromatico

fuori dal gregge

Narrabondo

www.narrabondo.com Viaggi e mangi

Provenza da scoprire

Natura-Sapori-Tradizioni-Città-Antichi Villaggi - Un'altra Vita in Provenza - Provenza da Scoprire - Provence à decouvrir - Discovering Provence

BEN TROVATO

- the literary equivalent of sex with a clown -

fedecercasi

ne basta un granello...

The WordPress.com Blog

The latest news on WordPress.com and the WordPress community.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: